venerdì 14 marzo 2008

Oggi un po' di storia

L'asso italiano Francesco Baracca e il suo Nieuport 17 con il famoso cavallino che poi diventerà l'emblema della Ferrari

8 commenti:

  1. era questa che stavi disegnando!?
    mi piace mi piace... e il link non ti serviva,in effetti...gh..ma qualche colore magari si può prendere;)

    ciaauz*g

    RispondiElimina
  2. Fai bene a dare informazioni, c'è tanta ignoranza:) Io non sapevo assolutamente chi fosse e ora sto su wikipedia a leggere delle sue gesta. Unico neo l'amicizia don D'Annunzio e io non dico altro...:D

    RispondiElimina
  3. Nessuno è perfetto... nemmeno io.

    Grazie a tutti!

    ^_^

    RispondiElimina
  4. Maccchebbellomino!!

    l'aereo e il giubbotto sono fenomenali come sempre, ma la sua espressione è impagabile!!

    E grazie prof, oggi ho imparato qualcosa :3

    RispondiElimina
  5. Ciao complimenti...
    vedo che c'è chi continua sulla strada di Micheluzzi, Tacconi e Giardino (che adoro tutti)...
    Quanto mi piace questa linea chiara chiusa! E l'ineluttabile bianco e nero, dentro le storie che insegnano qualcosa...
    Bravo
    ah dopo i nazi ci stà tutta la cinocecchina!

    RispondiElimina
  6. Arrivo qui dal blog di Mak, a parte l'illustrazione qui sopra ha disegnato anche una storia su Baracca? se si mi piacerebbe leggerla.
    ciao

    RispondiElimina
  7. bello! mi piace un sacco il dettaglio della mitragliatrice in penombra.
    ciao!

    RispondiElimina